Fabrizio Pescatori Rodolfo Valenti

 

Fabrizio Pescatori, classe 1973, è sicuramente una bandiera del nuoto di fondo italiano, potendosi fregiare del titolo di campione del mondo.

Ha iniziato come stileliberista e delfinista in vasca nelle categorie giovanili arrivando alla nazionale di categoria e partecipando ai campionati italiani assoluti per poi passare al nuoto di fondo nel 1995 dopo che era entrato nella squadra del centro sportivo dei carabinieri; nello stesso anno ha vinto il titolo italiano dei 10 km di fondo.

Saltato il 1996 per infortunio, è tornato l'anno dopo ed è stato convocato per gli europei di Siviglia in cui ha contribuito al successo nella classifica a punti della squadra italiana mista. Il suo più grande risultato lo ha ottenuto nel 1998 quando a Perth, in Australia, è diventato campione mondiale di Nuoto di fondo vincendo la 25 km a squadre con Valeria Casprini e Claudio Gargaro.

Rodolfo Valenti, classe 1973, per tutti “il Principe”. Nasce come ranista e mistista, discipline che gli permettono di essere plurimedagliato a livello giovanile e di affermarsi a livello assoluto italiano. Nel 1994 si avvicina al fondo e successivamente al gran fondo che diventa la sua seconda vita agonistica. Riesce ad affermarsi anche qui a livello assoluto salendo più volte sul podio nelle tre distanze regine italiane, la 5, la 10 e la 25 km, cosa riuscita solo a pochi atleti. Diventa un ironman  dell’acqua, capace di percorrere, nuotando, distanze estreme! Atleta in forza alle Fiamme Oro Napoli, ha nuotato per mari ed oceani nelle varie tappe di coppa del mondo, percorrendo distanze fino agli 88 km e classificandosi al terzo posto del ranking mondiale della specialità granfondo 2010. Valenti ha partecipato a gare leggendarie (salendo sul podio) quali la Santa Fè – Coronda in Argentina, considerata la più bella maratona di nuoto del mondo (57 km), la Capri – Napoli (37 km), l’interminabile Hernandarias – Paraná (88 km!), la traversata del freddo lago di Magog in Canada (34km), la Sumidero Canyon in Messico (riserva naturale con i coccodrilli come spettatori), affrontando situazioni climatiche e naturali difficilissime.

Fabrizio e Rudi, dopo aver raggiunto l’olimpo del nuoto italiano e mondiale, si sono resi disponibili, con umiltà e pazienza, a mettere al servizio degli atleti della 47 Anno Domini le esperienze maturate nel corso della loro lunga carriera di nuotatori professionisti.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information